gennaio 7, 2017

Efficienza Impianti

Gli interventi di riqualificazione energetica degli impianti sono uno degli aspetti principali nella riqualificazione di un edificio. Così come un’auto necessita di un buon motore, una casa necessita di efficienza negli impianti. L’impianto migliore è quello che produce energia a basso costo, con il massimo rendimento ed ecologicamente sostenibile. La soluzione perfetta probabilmente non esiste, però ci sono diverse soluzioni pensate per ottimizzare al massimo i tre parametri principali: costo, rendimento, ecologia.

La soluzione migliore

Spesso la soluzione migliore risiede nell’integrare due o più soluzioni diverse, sfruttando impianti ad alto rendimento, un sistema di distribuzione intelligente dell’energia e fonti di energia rinnovabili.
QTarget ti aiuta a definire realmente le necessità del tuo immobile, e, in base al tuo budget e ai tuoi obiettivi, ti indirizza verso la soluzione migliore, fornendo, chiavi in mano, il sistema desiderato, curandone l’installazione e facendosi carico delle eventuali pratiche necessarie all’accesso agli incentivi.

Un progetto di Efficientamento Impianti

Di seguito vediamo un esempio di edificio residenziale con ottimizzazione del sistema edificio-impianti.

Si tratta di un progetto tuttora in fase di realizzazione, a cui QTarget prende parte in qualita’ di appaltatore principale e consulente tecnico-economico.

Il progetto prevede la costruzione di una villa unifamiliare ad alta efficienza energetica, situata nella bassa bergamasca.

casa intelligente efficiente

L’abitazione ha una superficie calpestabile di 200 mq, con tetto piano, e verrà abitata da una famiglia di 4 persone.

Il sistema di riscaldamento prevede l’utilizzo di una pompa di calore aria-acqua Clivet Elfosystem Gaia da 6 kW alimentata da un impianto solare fotovoltaico da 4,5 kWp e coadiuvata da un impianto solare termico. Il calore prodotto viene ceduto ad un impianto a pannelli radianti a pavimento. Il sistema funziona anche in modalità raffreddamento ed è totalmente indipendente dalla fornitura di gas (anche la cucina utilizza dei fornelli ad induzione elettrica)

pannelli solari fotovoltaici casa efficiente

L’ampio spazio fornito dal tetto piano è utilizzato per l’installazione dei pannelli solari fotovoltaici e termici. Il fotovoltaico permette alla pompa di calore di funzionare. E’ importante, però, non sovradimensionare l’impianto fotovoltaico, per evitare di alzare inutilmente i costi di installazione con il solo risultato di produrre un’estrema sovrabbondanza di energia nei periodi estivi, quando i pannelli lavorano a pieno ritmo (anche se attraverso il regime dello scambio sul posto l’energia non immediatamente autoconsumata viene ceduta alla rete in cambio di un riconoscimento economico).
L’impianto fotovoltaico avrà una potenza di 4,5 kWp, mentre la pompa di calore sarà da 6kW. L’eventuale energia elettrica aggiuntiva necessaria verrà fornita dal tradizionale allaccio elettrico.

sistema pompa di calore

La pompa di calore estrae calore dall’aria esterna e lo cede ad uno scambiatore termico posto all’interno di un serbatoio d’accumulo. Questo serbatoio è in condivisione con il sistema a pannelli solari termici, che, grazie al calore fornito dal sole, aiutano ad innalzare la temperatura dell’acqua contenuta nel serbatoio, che verrà poi immessa nel circuito dei pannelli radianti.

D’estate il sistema funziona in modalità raffrescamento: l’unità esterna e quella interna del sistema a pompa di calore invertono le proprie funzionalità, e viene così pompata acqua fredda nei pannelli radianti. Per evitare la formazione di condensa viene installata, all’interno, una macchina purificatrice in grado di garantire d’estate la giusta deumidificazione e un adeguato ricircolo dell’aria.

efficienza impianti casa intelligente

I pannelli solari termici, oltre a coadiuvare il riscaldamento e garantire la disponibilità di acqua calda sanitaria nel periodo estivo, aiutano anche ad innalzare di qualche grado la temperatura dell’acqua della piscina, che così può essere utilizzata per un periodo di tempo più esteso.

Il sistema impiantistico è importante per limitare i consumi, ma gran parte del calore prodotto verrebbe disperso se l’involucro non avesse un grado di coibentazione più che adeguato. In questo caso si è optato per una struttura esterna a pannelli sandwich in polisterene espanso addittivato con grafite (forniti dalla Poliespanso srl). I pannelli sono autoportanti prefabbricati e composti da un pannello interno da 5 cm e uno esterno da 15 cm; i pannelli sono legati fra di loro tramite ferri di armatura, e costituiscono al contempo la casseratura entro la quale verrà gettato in opera il cemento. Questo sistema innovativo consente, sulle case di nuova costruzione, di non dover realizzare il sistema a cappotto esterno per l’isolamento termico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *